sono candidato?

Nel Mondo sono stati eseguiti con succeso più di 40.000.000 di interventi di chirurgia refrattiva, una delle chiavi più importanti per avere dei buoni risultati è l' attenta valutazione delle motivazioni e delle caratteristiche oculari individuali.Vi sono delle indicazioni strettamente cliniche come ad esempio l'anisometropia, vale a dire una netta differenza del difetto di refrazione tra i due occhi, che non può essere corretta adeguatamente con il comune occhiale.Vi sono inoltre numerose motivazioni individuali personali di ordine professionale, psicologico, attitudinale che hanno un peso rilevante nella scelta di sottoporsi all'intervento chirurgico.Lo sportivo, La ballerina, il campione di tuffi, il pilota di aerei, l'autista ma anche più semplicemente il cuoco, il muratore, il poliziotto sono esempi di professionisti che male utilizzano gli occhiali durante il al lavoro, e le lenti a contatto sono spesso fastidiose o addirittura pericolose in alcune situazioni.

Ecco di seguito le domande che più frequentemente pongono i pazienti in procinto di sottoporsi a trattamento con laser ad eccimetri:

Libero di vivere le tue esperienze senza occhiali e lenti a contatto

Tra i candidati alla chirurgia refrattiva c'è chi "fa fatica a vedersi con gli occhiali e si sente psicologicamente condizionato dal loro utilizzo, o chi semplicemente desidera avere una migliore visione senza occhiali o lenti a contatto per godere le più normali situazioni della vita quotidiana, come guardare la sveglia al mattino senza dover cercare sul comodino gli occhiali, andare al mare senza temere il danno dell'acqua salata alle lenti a contatto, o entrare in un locale pubblico durante una fredda giornata invernale e vedere chiaramente subito, senza dover disappannare gli occhiali.

Mi libererò definitivamente degli occhiali o delle lenti a contatto?

Questo è l’obiettivo che l’oculista si pone, effettuando tutte le valutazioni necessarie proprio per individuare l’esatta natura del difetto e per correggerlo completamente. Tuttavia occorre valutare ogni specifico caso ed è compito dell’oculista chiarire al meglio quali aspettative di risultato il paziente possa attendersi.

È doloroso?

Il trattamento in sé non lo è. Per quanto riguarda i giorni successivi, sulla base dell’esperienza di centinaia di trattamenti effettuati presso il Centro, la sensazione di dolore riferita dai pazienti operati con la tecnica PRK è molto varia: qualcuno avverte solo una leggera sensazione di fastidio, altri invece lamentano un certo grado di dolore che si attenua progressivamente fino a scomparire quasi completamente in 4-5 giorni. In caso di tecnica Lasik, dolore e fastidio sono pressoché assenti fin da subito.

Tutti possono sottoporsi a questo tipo di intervento?

Esistono alcune condizioni cliniche dell’occhio che rendono sconsigliabile l’intervento, ed è compito dell’oculista valutare la presenza di queste condizioni.

A che distanza dall’intervento si possono riprendere le normali attività lavorative?

Il recupero visivo completo o comunque il raggiungimento degli obiettivi programmati varia a seconda del difetto visivo trattato e della tecnica adottata. L’autonomia lavorativa si raggiunge in un tempo variabile fra i 2 ed i 10 giorni, sempre in funzione della tecnica adottata.

Cosa devo fare prima dell’intervento?

È fondamentale la visita oculistica che dovrà essere accurata e precisa grazie anche all’impiego di tecnologie all’avanguardia. I portatori di lenti a contatto semirigide devono sospenderne l’uso almeno i 5 giorni prima della visita. Il giorno del trattamento si dovrà venire accompagnati e senza trucco al viso.

Quanto dura l’intervento?

L’intervento ha una durata di pochi minuti per occhio e si svolge in regime ambulatoriale con “dimissione” immediata. Viene utilizzato solo un collirio anestetico.

Dopo l’intervento sono necessari dei controlli?

I controlli post operatori sono fondamentali come pure la terapia post operatoria. La frequenza dei controlli varia in funzione del caso specifico e della tecnica adottata.

Le complicanze?

Le complicanze derivanti da trattamenti refrattivi sono per fortuna assai rare e nella maggior parte dei casi transitorie.

Quanto incide la qualità laser sul risultato?

Nei trattamenti refrattivi la tecnologia laser utilizzata è fondamentale per garantire un buon risultato. È sempre opportuno informarsi di quale tipologia di laser sia disponibile e della manutenzione dello stesso. Il Poliambulatorio Centro Europeo è uno dei pochissimi centri privati siciliani a disporre di due laser di diverso tipo e di ultimissima generazione, lo Schwind Amaris e di un laser a femtosecondi della Ziemer, un’ulteriore tecnologia indispensabile per una chirurgia refrattiva all’avanguardia.

I Nostri Servizi Per Dare La Massima Cura Agli Occhi

Chirurgia Laser

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Suspendisse varius enim in eros elementum tristique. Duis cursus, mi quis viverra ornare, eros dolor interdum nulla, ut commodo diam libero vitae erat. Aenean faucibus nibh et justo cursus id rutrum lorem imperdiet. Nunc ut sem vitae risus tristique posuere.

la qualità per i tuoi occhi

Non aspettare ancora, prenota la visita per il benessere dei tuoi occhi

Prenota la tua Visita con noi
Se hai delle domande siamo quì!
CONTATTACI IN QUALSIASI MOMENTO

CENTRO EUROPEO DI OFTALMOLOGIA MEDICINA E CHIRURGIA
Via Vampolieri, 26 - 95021 Aci Castello (CT)
P.I. 03591980879

Privacy Policy
Cookie Policy